Non categorizzato · 20 Novembre 2019

Interior design – con o senza architetto?

Creare l’appartamento perfetto per te è una grande sfida, soprattutto se non appartieni a persone che hanno familiarità con i modi di combinare i colori, scegliere i materiali o posizionare correttamente le sorgenti luminose. È ancora peggio quando ci rendiamo conto che non sappiamo davvero cosa ci aspettiamo e in quale stile ci sentiamo meglio. In tali situazioni, ottenere un aiuto professionale può essere una buona opzione. Cosa possiamo aspettarci da un interior designer? Quando è più necessario? L’architetto d’interni è un decoratore?

  • Come sarà d’aiuto un architetto d’interni?

L’interior design è un compito difficile perché richiede molta conoscenza e un’ottima organizzazione del lavoro. Un bravo architetto ascolterà prima i nostri suggerimenti, e poi attenendosi agli indicatori finanziari che abbiamo presentato, sceglierà l’opzione migliore per noi, in modo che lo spazio sia funzionale, coerente con il nostro stile di vita e si adatti ai nostri gusti. Inoltre, grazie all’esperienza e alla conoscenza, l’architetto può presentare soluzioni impercettibili, insolite e universali in modo che l’appartamento non perda il suo fascino anche in dieci anni. Vale anche la pena ricordare che gli appartamenti arredati da un architetto di solito hanno un valore di mercato più elevato, quindi potrebbe rivelarsi un buon investimento per il futuro.

Uno dei principali vantaggi di assumere un architetto d’interni è il controllo del budget. L’architetto conosce bene i prezzi dei singoli elementi che verranno utilizzati per creare spazio, indicando inoltre quali materiali hanno sostituti più economici e su quali non possiamo risparmiare. A volte un architetto può anche fornire un elenco di fornitori o team affidabili con cui lavora e può essere sicuro che eseguiranno il progetto ben preparato da lui. Questo ci farà risparmiare un sacco di tempo e nervi.

Quando progettiamo noi stessi le stanze, dobbiamo occuparci dei materiali, dell’equipaggio e della corretta cooperazione con altre aziende, ad es. Mobili da cucina. Se non siamo bravi con i calcoli dettagliati, potrebbe risultare che ordiniamo mobili di dimensioni inferiori o, peggio, una grande vasca da bagno che non si adatta alla stanza. Dobbiamo anche prestare particolare attenzione ai ventilatori, alle installazioni elettriche e idriche. Qualsiasi errore può costarci molto e prolungherà notevolmente la ristrutturazione. Con un architetto, non dobbiamo preoccuparci di questo.

  • Architetto d’interni e decoratore

Molto spesso la professione di designer d’interni è confusa con quella di decoratore. Contrariamente alle apparenze, queste sono aree completamente diverse della gestione dello spazio. Un architetto d’interni è una persona che, di regola, lavora in stanze vuote, a volte anche senza pareti divisorie. Il suo compito è di disporre i singoli elementi, selezionare sfondi, pannelli del pavimento, illuminazione e l’intero piano di installazione. Spesso, l’architetto d’interni è anche responsabile della supervisione del team di rinnovamento e dei fornitori di materiali. Al contrario, il decoratore ha una gamma molto più limitata di funzioni. Si occupa dell’ultima fase della disposizione, ovvero decorazioni, accessori, materiali per tende, selezione di mobili, ecc.

Un architetto d’interni dovrebbe avere un diploma e finire un campo di studio rilevante presso l’Accademia di Belle Arti. Tuttavia, il decoratore non ha bisogno di una formazione specializzata. Tutto ciò di cui ha bisogno è la conoscenza del mercato dell’interior design e un senso di conoscenza acquisito nel campo della decorazione.

Se stai pianificando di rinnovare un appartamento o ne hai appena acquistato uno nuovo, preferiremmo chiedere aiuto a un architetto d’interni. Tuttavia, se vogliamo solo rinfrescare il nostro appartamento, sostituire alcuni mobili e scegliere le decorazioni giuste, indirizzeremo i nostri passi al decoratore di interni.

  • Quando non abbiamo bisogno di un designer d’interni?

Se ci sentiamo forti e siamo persone creative che hanno buon gusto, allora potrebbe non essere necessario un architetto d’interni. L’immaginazione spaziale gioca un ruolo chiave. Se ce l’abbiamo, sarà molto più facile per noi creare il nostro progetto che soddisferà le nostre aspettative.

L’interior design indipendente funzionerà quando il nostro appartamento ha una disposizione predeterminata e non abbiamo bisogno di dividerlo da soli (nel caso in cui non ci siano pareti divisorie, l’impiego di un architetto è sicuramente un’opzione migliore).

Un architetto d’interni potrebbe rivelarsi superfluo se abbiamo già effettuato diversi lavori di ristrutturazione e siamo molto esperti in materia di fornitori di materiali, selezione dei migliori e conosciamo un buon team di rinnovamento con il quale andiamo d’accordo.

Vale la pena notare che l’interior design indipendente è un compito che richiede tempo, quindi abbiamo bisogno di molto tempo per questo, quindi se possiamo permettercelo, allora l’architetto potrebbe non essere necessario. La questione finanziaria non è senza significato. Se non hai troppi soldi per effettuare lavori di ristrutturazione, potrebbe essere meglio investire in materiali di buona qualità rispetto a un design d’interni professionale.

Ten post dostępny jest także w języku: Inglese Francese Tedesco Polacco Svedese Danese Portoghese, Portogallo